Seleziona una pagina

Il Movimento

Progetto di Vita per il Sud

Sudisti Italiani

“Il Sud è, da sempre, situato ai margini della vita sociale, politica ed economica ed avvolto dal silenzio istituzionale, nonché conoscitivo, nonostante la sua terra sia ricca di storia, di tradizioni e di preziose risorse naturali non utilizzate, tali da poterne determinare la sua ricchezza. E’ nostro intento porre in luce il valore del Sud Italia e di ogni altro territorio, illuminandoli con il sole della conoscenza, affinché si evidenzino le loro risorse e la loro bellezza inesplorata, fonte ineludibile perché vi sia il reale miglioramento del benessere della nostra nazione e dei territori del mondo intero.
Mai più terre depresse, ma più povertà ed abbandono!”

Biagio Maimone

Giornalista e Fondatore

I nostri 5 punti chiave

Progetto Donna

Parlare di parità di genere, nell’epoca contemporanea, in termini puramente teorici, è sicuramente antistoricistico in quanto si prescinde dall’ineludibile analisi del contesto in cui viviamo e dalle sue relative necessità.
E’ inderogabile impegnarsi, per converso, affinchè siano posti in essere progetti concreti e mirati per far vivere la parità nei confronti di tutte le donne, a qualsiasi classe sociale esse appartengano.

Onestà e Cooperazione

Per poter attuare un vero piano di sviluppo dei nostri territori , che realizzi grandiosi progetti nell’ambito dell’economia , della vita sociale e della vita politica è fare dell’onestà il principio guida, a cui tenacemente ispirarsi , tenendo conto del fatto ineludibile che la disonestà è stata la causa dei drammi che hanno messo a repentaglio la sopravvivenza dell’umanità, come ci insegna la pandemia, che stiamo vivendo e che stanno vivendo, contemporaneamente, i cittadini del mondo intero, dei Paesi ricchi , dei Paesi poveri e molto poveri.

Giovani, economia e lavoro

Una sferzata di energia potrà essere offerta alla vita economica del Meridione dalla partecipazione dei giovani alla definizione dei processi che la determinano, a cui essi non partecipano, sia perché esistono lobby di potere che detengono in mano le chiavi dell’ambito economico per gli affari ingenti ad esso inerenti, sia perchè i giovani, i quali posseggono competenze di alto rilievo, espatriano all’estero , in cui le loro preziose acquisizioni scolastiche ed il loro naturale talento sono ampiamente valorizzati ed è permesso loro, pertanto, di poterli esprimere sul piano pragmatico.

Democrazia e crescita socio-economica

La parola democrazia è una parola abusata a tal punto da essere quasi svuotata del suo reale significato. Esponenti politici della destra e della sinistra dei vari Stati europei ed extraeuropei fanno proprio il messaggio di democratizzazione della vita sociale, economica ed etica dei propri territori.
Poche realtà si dirigono alla realizzazione di tale intento. Democrazia significa governo del popolo, o meglio donare al popolo da parte dei singoli Stati risposte concrete alle loro necessità, nessuna esclusa.

No Tax Area

Per porre le basi del reale sviluppo del Sud Italia è necessario che esso possa far vivere sui suoi territori le grandi aziende , in grado di offrire un forte incremento lavorativo.
Perché ciò avvenga occorre incentivare le grandi e medie aziende affinché aprano loro sedi nel Sud Italia, offrendo loro benefici tali da apportare notevoli vantaggi economici.
Tra i principali benefici, a mio avviso, può annoverarsi la detassazione inerente tutti gli oneri che le aziende pagano per svolgere la propria attività.

Siamo un movimento di donne e uomini che intendono impegnarsi per il rilancio socio-economico delle Regioni del Sud Italia.

Il Meridione d’Italia, difatti, vive fortemente l’esigenza di collocarsi nel panorama socio-politico ed economico italiano in veste di protagonista e non in veste di semplice spettatore, come avviene da ormai oltre un secolo.

Il Meridione d’Italia è, altresì, consapevole del valore della propria identità storica e della propria cultura, nonché della necessità di rimarcare la sua parità rispetto al Nord Italia, proprio in quanto territorio dello Stato italiano e non sua appendice irrilevante. L’unità d’Italia è stata formalmente sancita, tuttavia, nei fatti, stenta ad essere riconosciuta, sicché un velo d’ombra è, ormai, calato sull’amministrazione paritaria dei territori del Sud Italia da parte dello Stato italiano. Si può constatare, infatti, che il Sud Italia è molto più povero del Nord Italia, non ha fonti economiche di rilievo e, pertanto, fa fatica ad offrire lavoro ai suoi cittadini, i quali, per tale motivo, sono costretti ad emigrare. Nel Sud Italia non governa lo Stato italiano, ma governano gruppi organizzati, la cui identità è ben nota, che lo sostituiscono a tutti gli effetti. Il Sud Italia, pertanto, rimarca la propria volontà di far parte dei territori italiani governati dallo Stato italiano. Per tale motivazione nasce il Movimento dei Sudisti che raccoglie l’anelito dei giovani e di quanti desiderano collocarsi sulla scena socio-economica e politica italiana come protagonisti.

Rigeneriamo con linfa vitale
l’economia dello Stato Italiano

4 + 7 =